EVENTO DI PRESENTAZIONE DEL MIM

Cast e programmaIl dietro le quinte raccontato dai protagonisti – parte seconda

Un viaggio nel mondo del musical

E’ un repertorio impegnativo, per i continui cambi di genere, di atmosfera e di linguaggio. Tocca con mano Rock progressive, Pop, Blues, Swing, Funk, con sfumature Afro, Jazzy, Dsco e persino Classiche. Una bella sfida per l’orchestra e per le voci soliste. La parte più bella di questo concerto è stato pensarlo, arrangiarlo e vederne la nascita in pochissime prove, grazie all’impegno davvero molto professionale dei ragazzi che vedrete sul palcoscenico e sono sicuro che riusciremo a divertirvi e magari anche ad emozionarvi.

Scaletta
  • Jesus Christ Superstar. Da questo capolavoro assoluto abbiamo preso l’Overture (un meraviglioso esempio di rock progressive) e il brano Superstar.
  • The Lion King. La trasposizione teatrale del film vede collaborazioni illustri: Lebo M,  Hans Zimmer, Tim Rice oltre ovviamente a Elton John. Suoneremo uno dei brani più suggestivi del musical (e meno noti nella colonna sonora del film animato disney) Shadowland.
  • Hamilton. Innovativo, divertente, pluripremiato musical del 2015. Eseguiremo un brano davvero molto divertente You’ll be back.
  • Fosse il musical. Bob Fosse ballerino, coreografo, regista, inventore di un nuovo stile di danza jazz ha riunito in questo musical successi tratti da altri suoi capolavori (basti citare Cabaret e Chicago) e Mr. Bojangles è un brano di grande atmosfera.
  • Disco Elly è un irriverente scherzo musicale. Tratto da uno studio per violino, che ho trasformato per gioco in un brano disco – funk, sarà il sipario virtuale tra la prima e la seconda parte del concerto.
  • Cabaret. Musical del 1966 da cui è stato tratto il film del 1972 con Liza Minnelli. Il brano Meybe this time suadente blues, è anticipato dalla citazione di Wilkommen il brano d’apertura.
  • Chicago. Bob Fosse, John Kander, Fred Ebb insieme per questo musical del 1975 che vide il vero successo solo a partire dal revival del 1990 prima di vincere ben 6 premi Oscar nella versione cinematografica con Catherine Zeta Jones. Il brano All that jazz è un esempio di jazz tradizionale.
  • Moulin rouge. Film del 2001 con Nicole Kidman ispirato alla Traviata di Verdi, è considerato un musical atipico perché i brani cantati non sono originali, ma è un ottimo esempio di manipolazione artisticamente vincente, di brani Pop. Il duetto Come what may è uno dei momenti clou del film.
  • Evita. Anche questa volta A.L.Webber ha prodotto prima il disco nel 1975, poi la versione teatrale nel 1978. In questo musical riesce a mescolare perfettamente sonorità classiche, ritmi latini, rock e ballad come You must love me, brano aggiunto nel 1996 per la versione cinematografica,con Antonio Banderas e Madonna.
  • On Broadway.  Brano rhythm & blues del 1963 viene riarrangiato in chiave jazz – pop da George Benson nel 1978. Questa versione è stata inserita anche in una scena del film All that jazz di Bob Fosse. On Broadway è stato scelto come finale perchè si presta ad ampie sezioni open in cui presentare i protagonisti di questo concerto e lasciare spazio a qualche assolo.

Spero che questo articolo abbia stuzzicato la vostra curiosità al punto da spingervi a prenotare un posto per l’evento di presentazione.

Ci vediamo al Castello di Bentivoglio (Bo) VENERDI 24 LUGLIO ore 21.00.

N.B. L’ingresso è gratuito, ma con prenotazione obbligatoria

STAY TUNED…. Claudio Castellari

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.